Territorio

Territorio

Le terre del piceno occupano la parte meridionale della regione Marche e sono comprese tra i fiumi Aso e Tronto.
Il territorio è prevalentemente collinare, ma possiede la più alta percentuale di aree montuose dell’intera regione, infatti, include la cima più elevata, Il monte Vettore (2.476 m), e un’ampia fascia preappenninica che culmina nella vetta del monte Ascensione (1.108 m).

La principale caratteristica è l’estrema varietà di paesaggi, che passano in una manciata di chilometri dalle lunghe e vivacissime spiagge della Riviera delle Palme, alle montagne appenniniche della catena dei Sibillini: ad unirli un suggestivo susseguirsi di colline rigogliose.

Numerosi sono i percorsi che si possono fare lungo direttrici costellate di centri urbani unici per preziosità storico – artistiche ed incorniciati dai colori e dai profumi delle varie specie arboree, a cominciare dall’inconfondibile macchia mediterranea.

Lo sviluppo impetuoso nel secondo dopoguerra dell’industria manifatturiera non ha fatto perdere all’agricoltura la sua importanza storica che, con i suoi prodotti tipici, è rimasta e continua ad essere un tassello importante dell’economia locale.

La nuova urbanizzazione non ha intaccato il substrato agricolo che conserva nelle sue linee essenziali, uliveti, vigneti, filari di frutta, campi ad ortaggi ma anche i maestosi boschi di castagni, faggi, roveri e gli allevamenti ispirati alle tradizioni più sane e genuine.

Gli aspetti enogastronomici si collegano intimamente alla bellezza dei luoghi in un connubio straordinario e singolare che rende il Piceno una continua sorpresa per il visitatore.

Dalle lunghe e vivacissime spiagge della Riviera delle Palme, alle montagne appenniniche della catena dei Sibillini: ad unirli un suggestivo susseguirsi di colline rigogliose.